sei in: Pubblicazioni > Le Sinfonie di Boccherini

Le Sinfonie di Boccherini



Le Sinfonie di Luigi Boccherini
Contesti, fonti, analisi

a cura di Marco Mangani, Germán Labrador, Matteo Giuggioli
Historiae Musicae Cultores, vol. 135
cm 17 x 24, XVI-296 pp. con esempi musicali e 2 tavv. a colori f.t.
Firenze, Leo S. Olschki editore, 2019
ISBN 9788822266200

 

Luigi Boccherini fu percepito in vita essenzialmente come un musicista da camera; le sue sinfonie, al contrario, non godettero di un'analoga risonanza. Un'opera musicale può tuttavia contenere dei valori che le consentono di emergere in un momento diverso da quello nel quale è stata concepita. E se per i quintetti di Boccherini possiamo individuare tale kairós nel periodo compreso tra la morte del compositore (1805) e i concerti parigini di Pierre Baillot (1814-1840), per le sinfonie il picco della ricezione si sta verificando in questi ultimi trent'anni. Ciò non vale tanto per la vita concertistica quanto per il mercato discografico, che alle sinfonie di Boccherini dedica con continuità, fin dal 1950, uno spazio circoscritto ma significativo; mentre la comunità scientifica non nutre più alcun dubbio sul valore intrinseco dell'esperienza sinfonica boccheriniana. A distanza di quarant'anni dalla monografia di Luigi Della Croce (1979), la presente raccolta di saggi, che si articola in tre sezioni («Contesti», «Fonti», «Analisi»), offre un quadro ampio e aggiornato di questa grande esperienza sinfonica.

 

Luigi Boccherini's symphonies, overshadowed at the time by his fame as a chamber music composer, possess in fact, as a whole, an undisputable artistic value and include some genuine masterpieces. Forty years after the publication of the monograph by Luigi Della Croce (1979), this collection of essays in three sections («Context», «Sources», «Analysis») provides an exhaustive and novel examination of those works.

 

Scheda del volume
Per acquistare il volume

Il volume sarà presentato martedì 28 maggio a Lucca in occasione dell'Omaggio a Luigi Boccherini
invito