sei in: Progetti > Progetti

Progetti


Catalogo delle Opere di Luigi Boccherini - revisione
Il Centro studi avvalendosi della preziosa collaborazione di Yves Gérard autore del catalogo "Thematic, Bibliographical and Critical Catalogue of the Works of Luigi Boccherini" (Oxford University Press, London, 1969) il più importante punto di riferimento sull'opera di Boccherini, sta lavorando al progetto di revisione permanente del "Catalogo tematico, biografico e critico delle opere di Luigi Boccherini".
Già on-line, sul sito del Centro studi Boccherini www.luigiboccherini.it/gerard, l'acquisizione digitale della versione del Catalogue stampata nel 1969. La versione rivista del catalogo verrà denominata «Gérard2 (G2)» secondo la metodologia già applicata al catalogo mozartiano Köchel, oggi K6, sarà dunque accessibile in rete come work in progress e potrà essere stampata al termine dei lavori.
Vedi Catalogo delle opere.

Boccherini in vinile
Si tratta di un progetto di recupero e valorizzazione della discografia boccheriniana realizzata in vinile nel corso del XX secolo e mai riversata su supporti digitali, con il duplice scopo di rendere disponibili a un vasto pubblico esecuzioni di interesse storico e valore artistico indubbi e di consentire una ricostruzione storica accurata della prassi esecutiva boccheriniana nel Novecento. 
vedi Boccherini in vinile

 

Volume Le sinfonie di Luigi Boccherini. Contesto, interpretazione, esame critico delle fonti
Il volume progettato trae origine dal convegno internazionale Le Sinfonie di Luigi Boccherini nel contesto della musica strumentale italiana tra Sette e Ottocento, tenutosi presso l'Università di Ferrara dal 5 al 7 dicembre 2012 e inserito nell'ambito del Progetto di Rilevanza Nazionale 2009 coordinato dall'Università di Pavia, dedicato alla catalogazione informatizzata delle musiche dei compositori italiani. Il volume, a cura di Matteo Giuggioli, Germán Labrador e Marco Mangani, non intende tuttavia limitarsi a fornire gli atti di quel convegno, ma si propone di comporre un quadro esauriente dell'esperienza sinfonica boccheriniana e delle sue relazioni con la produzione strumentale coeva. In tal senso, è stato chiesto agli autori di effettuare un aggiornamento dei loro interventi alla luce del dibattito svoltosi in seno al convegno e delle ulteriori acquisizioni musicologiche nel frattempo intercorse.

Digitalizzazione delle Opere
La digitalizzazione e conseguentemente la consultazione in internet delle fonti (manoscritti musicali e stampe coeve, documenti attinenti la vita e l'attività professionale di Boccherini) sono fondamentali per avviare un processo di migliore conoscenza del musicista. 
Il Centro studi intende operare in questa direzione con la più completa collaborazione di Yves Gérard autore del catalogo "Thematic, Bibliographical and Critical Catalogue of the Works of Luigi Boccherini" (Oxford University Press, London, 1969). 
Sarà fondamentale istituire contatti con le biblioteche e gli archivi, europei e non solo, che conservano ogni tipo di documentazione, e richiedere riproduzioni digitali, da archiviare in un database da immettere successivamente in rete tramite un sito apposito. 
Il progetto di digitalizzazione sarà sviluppato auspicabilmente d'intesa con la Direzione dei Beni Librari e gli Istituti Culturali secondo gli standard previsti da analoghi progetti attivati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per il portale internet culturale. 
A livello operativo, il Centro studi si avvarrà di un gruppo di lavoro di giovani musicologi, che siano in possesso di competenze specifiche e che abbiano già esperienze internazionali.
Coerentemente con il punto a) dell'art. 2 dello Statuto del Centro studi (promuovere ogni tipo di ricerche su Luigi Boccherini e sul suo milieu cittadino, sulla musica del suo tempo) la digitalizzazione sarà estesa alle Sonate per violino e basso di Filippo Manfredi, concittadino e collega di Luigi Boccherini, che utilizzava un procedimento, musicale e di scrittura, analogo a quello adoperato da Boccherini per le Sonate per violoncello e basso; il confronto è molto interessante in quanto questi due musicisti hanno lavorato insieme per molti anni e sarebbe utile per confrontare reciproche influenze. 
In contemporanea con la digitalizzazione dei manoscritti e previa l'autorizzazione di Yves Gérard si potrebbe utilizzare la catalogazione da lui effettuata, compresi i più recenti aggiornamenti, e conformare il modello di scheda agli standard europei della catalogazione in linea.