sei in: Attivitą > Conferenze Concerti > Boccherini e l'arte della descrizione

Boccherini e l'arte della descrizione


Sabato 21 settembre 2013
alle ore 18 all'Istituto Musicale Luigi Boccherini (Lucca, Piazza del Suffragio 6)
si è svolta la conferenza
Boccherini e l'arte della descrizione a cura di Matteo Giuggioli. 

 

Nella conferenza sono state affrontate alcune delle più celebri composizioni cameristiche a carattere descrittivo di Luigi Boccherini, con l'intento di comprendere, attraverso la loro densità espressiva e semantica, quale mondo ci racconti il compositore e soprattutto come ce lo racconti. Si è visto inoltre come queste composizioni a contenuto "vincolato" offrano spunti decisivi per la comprensione delle tracce figurative che si trovano disseminate in tutta l'opera strumentale di Boccherini e che certamente costituiscono uno dei suoi elementi di originalità. A questo proposito infine, e per dare concretezza a una linea interpretativa che ci permette di leggere tutto il secondo Settecento strumentale da un'angolazione insolita, considerando i brani non solo come congegni formali più o meno efficaci, ma come costruzioni retoriche in grado di veicolare il senso in modo peculiare, sono stati fatti alcuni confronti tra la musica di Boccherini e quella di Haydn.

 

Matteo Giuggioli si è addottorato in musicologia e scienze filologiche nell'Università di Pavia, sede di Cremona, con una tesi dedicata ai Quintetti per archi di Luigi Boccherini.  Attualmente è assistente presso l'Istituto di musicologia dell'Università di Zurigo e collabora con il Centro Studi Luigi Boccherini di Lucca. Nell'ambito del progetto di ricerca di rilevanza nazionale (PRIN) 2009: Il catalogo tematico in musica: caratteristiche e prospettive innovative nell'era digitale ha ricevuto un incarico, dall'unità locale costituita dall'Università di Ferrara, per la redazione delle schede identificative delle Sinfonie di Boccherini che confluiranno nel catalogo online Gérard 2.