sei in: Attività > Conferenze Concerti > Boccherini al centro, musica e parole > Mercoledì 9 marzo 2011 ore 17

Mercoledì 9 marzo 2011 ore 17


Casermetta San Colombano, Lucca

conferenza

Marco Mangani

Boccherini 'parruccone': travisamenti ottocenteschi d'un musico innovatore


concerto

Luigi Boccherini (1743-1805)
Sonata in Do maggiore  G 17 per violoncello e basso continuo

Allegro
Largo assai
Rondò allegro

Luigi Boccherini (1743-1805)
Sonata in Si bemolle  maggiore  G 595 per violoncello e basso continuo

Allegro moderato
Allegro
Adagio
Allegro

Carlo Benvenuti, violoncello
Alessandro Maccione, violoncello

 

Marco Mangani, segretario del Centro studi Luigi Boccherini, ricercatore presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Ferrara e autore di una monografia su Boccherini che ha apportato nuovi dati e introdotto nuove prospettive nell'indagine sul maestro lucchese, interverrà in questo secondo incontro con una conferenza dal titolo Boccherini 'parruccone': travisamenti ottocenteschi d'un musico innovatore. Nel corso dell'Ottocento, amici e nemici resero a Boccherini un cattivo servizio: che lo vedessero in una luce negativa come Mendelssohn, che lo definì un ‘parruccone', o positiva come Picquot, che lo considerò un antidoto alle ‘astrusità' dell'ultimo stile beethoveniano, gli esegeti ottocenteschi non seppero (né avrebbero potuto) cogliere l'aspetto innovativo del grande lucchese. Le cose cambiarono, almeno in parte, con il risveglio d'interesse per la musica italiana del passato che si diffuse in alcune aree della Penisola nei primi anni dello Stato Unitario.

Come di consueto, alla conferenza seguirà un concerto.


In occasione di questa conferenza-concerto avrà luogo un evento straordinario: sarà  esposto al pubblico in quest'unica data il manoscritto originale, redatto nel 1750, del trattato «The Art of Playing on the Violin» di Francesco Geminiani (Lucca, 1687 - Dublino, 1762), il celebre violinista e compositore che, emigrato in Gran Bretagna, fu un punto di riferimento imprescindibile per la gloriosa scuola violinistica italiana. Il manoscritto, di proprietà del Centro studi Luigi Boccherini, è stato acquisito in forma elettronica dopo un accurato restauro, ed è oggi consultabile sul sito web del Centro studi.

Questo autografo, che con le sue varianti e le sue lacune documenta la genesi di uno dei più importanti trattati per violino del '700, ci permette di seguire il percorso che condusse alla versione definitiva a stampa (1751), ma anche di comprendere più a fondo l'insegnamento di Geminiani e le sue idee sulla musica.

 

INGRESSO LIBERO